C’è un tentativo di “far cadere il nostro governo il prima possibile”, dietro l’avviso di bocciatura della manovra M5s-Lega. Artefici: il “sistema europeo”, il “sistema mediatico” e le opposizioni, che “tifano” per “lo spread e il default dell’Italia”. E’ questo l’atto di accusa con cui Luigi Di Maio fortifica la sua trincea, alla vigilia di due settimane decisive per la composizione della legge di bilancio. Fissata l’asticella del 2,4% di deficit, resta il nodo delle coperture e una trattativa tutta interna alla maggioranza su come comporre le singole misure.

 

fonte ansa

Rispondi