“Hanno fatto bene ad ammazzare u parrinu”. Così a Palermo, a Brancaccio, un uomo si è rivolto a Maurizio Artale – presidente del centro “Padre Nostro” fondato da don Pino Puglisi, assassinato dalla mafia – durante un’animata discussione in strada, innanzi alla Casa museo del beato don Pino Puglisi, appena visitata da Papa Francesco. A riferire i contenuti del diverbio, al quale hanno assistito alcuni giovani volontari del centro di Brancaccio, è lo stesso Maurizio Artale in un lungo post su Facebook dove, tra l’altro, si legge: “Un ‘energumeno’, uscendo dal portone della propria abitazione, proprio vicino alla Casa museo, si è scagliato contro di me sostenendo che da quando ci sono io nella piazza non c’è più pace, e che per colpa mia non può più posteggiare la moto sotto il balcone perché la sosta è vietata, e prima non lo era”.

Rispondi