poliziotti della Questura di Caltanissetta si sono presentati negli uffici dell’assessorato regionale alle Attività produttive a Palermo e hanno acquisito parecchio materiale documentale nell’ambito dell’inchiesta cosiddetta “Double Face” che, tra gli altri, ha provocato l’arresto di Antonello Montante, e, in particolare, in riferimento alle nomine di commissari, commissari ad acta e dirigenti nelle Camere di commercio siciliane. Nel mirino della Questura nissena vi sarebbero, ancora più nel dettaglio, le scelte riguardanti le Camere di Caltanissetta ed Enna durante la gestione dell’assessorato da parte di Marco Venturi nel governo Lombardo e di Linda Vancheri durante il governo Crocetta. Già alcuni giorni addietro la Polizia di Caltanissetta ha sequestrato altri documenti nella sede dell’assessorato alle Attività produttive e di Unioncamere Sicilia, in riferimento alla partecipazione della Regione all’Expo di Milano.

Rispondi