In Sardegna, nel carcere di Sassari, è morto per cause naturali l’ergastolano agrigentino Simone Capizzi, 76 anni, di Ribera, condannato al carcere a vita nell’ambito della maxi inchiesta antimafia cosiddetta “Akragas” perché ritenuto il mandante dell’omicidio del maresciallo dei Carabinieri, Giuliano Guazzelli, vittima di un agguato sul viadotto “Morandi” tra Agrigento e Porto Empedocle il 4 aprile del 1992. I funerali di Simone Capizzi, come ormai secondo prassi ecclesiastica, sono stati vietati. La salma è stata sepolta nel cimitero di Ribera in presenza soltanto dei familiari.

One thought on “Morto il mandante dell’omicidio Guazzelli”

  1. Simone capizzi non era il mandante omicidio guazzelli il mandante è stato il terzo livello l’onorevole Reina Giuseppe massoneria casteltermini

Rispondi