VIDEO | Procuratore Zuccaro su discarica di Siculiana e Catanzaro: ‘’Vessillo antimafia per fare i propri affari’’ http://comunicalo.it/2019/06/19/video-procuratore-zuccaro-su-discarica-di-siculiana-e-catanzaro-vessillo-antimafia-per-fare-i-propri-affari/

Ricorda Bolzoni nel suo libro come per esempio una discarica che prima era di proprietà dell’amministrazione comunale finisce per diventare proprietà privata dei Catanzaro e gli amministratori che tentano di opporsi a questo tentativo di impadronirsi che poi va a buon fine, innanzitutto vengono sottoposti a processo per estorsioni aggravate dal metodo mafioso e poi verranno solo dopo alcuni anni assolti. Siculiana ha pagato il prezzo dello scioglimento del consiglio comunale perché nel frattempo la rete di connivenze su cui il Montante e il Catanzaro possono contare fa sì che Siculiana venga considerata terra di mafia perché si oppone al vice presidente di Confindustria Sicilia che ha eretto il vessillo dell’antimafia per fare i propri affari”.

Credo che la stessa ‘ingloriosa’ fine di Siculiana abbia fatto Racalmuto. Nel mio libro ‘Il sistema Montante’ cerco di spiegarlo. Non appena ho denunciato alla Procura della Repubblica di Agrigento l’illegale gestione di rifiuti ed acqua in Sicilia, nel febbraio del 2011 ed ho inaugurato il centro comunale per la raccolta differenziata, al servizio di tre comuni, a maggio del 2011, immediatamente sono stato raggiunto da un avviso di garanzia per concorso esterno in associazione mafiosa, procedimento archiviato a ottobre del 2011ma utile per farmi dimettere da sindaco e per far sciogliere per delle inesistenti infiltrazioni mafiose anche Racalmuto, così come era avvenuto qualche anno prima a Siculiana. Il cliché è lo stesso: le amministrazioni che si opponevano agli interessi nel settore dei rifiuti di Giuseppe Catanzaro, per difendere gli interessi delle collettività tartassate e vessate dalla lobby di Confindustria Sicilia, venivano massacrate sull’altare di una finta lotta alla mafia, funzionale a fare affari anche illeciti e del valore di svariate centinaia di milioni di euro!

Rispondi