La direzione dell’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento annuncia di avere nominato una commissione per avviare un’indagine interna volta a conoscere le dinamiche connesse alla morte di un bimbo nel grembo della madre alla 35esima settimana di gestazione della gravidanza. Secondo il marito, un artigiano di 38 anni che ha sporto denuncia ai Carabinieri, la morte del bimbo si sarebbe potuta evitare se i medici dell’ospedale “San Giacomo d’Altopasso” di Licata avessero anticipato il ricovero della moglie anziché prescriverle dei farmaci.

Rispondi