La Covisoc ha detto no al Palermo Calcio, con iscrizione negata e società che ripartirà dalla serie D. Nuovo calvario per la città e per i suoi tifosi che ripartono da un campionato che certamente non gli compete , per tanta sfortuna,burocrazia e demeriti che in tutti questi anni ha accompagnato coloro che vogliono bene i colori rosanero.
Si prevedeva il tutto visto che, sono state trovate delle anomali e nella documentazione richiesta e per il ritardo del pagamento della fidejussione di 800 mila euro e, nonostante entro giorno 8 luglio la società può presentare ricorso, tutto sembra arenarsi. Debiti nei confronti di Lega e Figc, più il mancato pagamento degli stipendi ai giocatori e quant’altro, nonostante Tuttolomondo cerca di trovare soluzioni in merito. L’esclusione del Palermo fa ben sperare il Venezia FC che ora sogna il ripescaggio in Serie B. La società neroverde ha comunicato di aver “depositato tramite pec, tutta la documentazione necessaria per la riammissione al campionato di Serie B 2019/2020.
Il Palermo dunque dovrà iniziare un nuovo ciclo e qui entra in gioco il primo cittadino, Leoluca Orlando che predisporrà in breve termine un nuovo bando per i nuovi acquirenti, tra cui il presidente della Samp, Massimo Ferrero che in attesa di chiarire il suo futuro blucerchiato, mette gli occhi sui rosanero, – “Voglio il Palermo, farò la mia gara e porterò il mio progetto. Ci confido molto” – Oltre a Ferrero, ci sono anche altri esponenti ed imprenditori tra cui cinesi, americani, e Dario Mirri (in vantaggio). Mese caldo dunque ove certamente non vedrà i rosanero confrontarsi su mercato,ritiro e quant’altro ma, prenderà atto dell’ amara sentenza e ripartenza dai dilettanti !

Antonio David

Rispondi