“Giovanni Lauria, il capo della cosca di Licata, era uomo influente anche per i contatti importanti che riusciva a tenere con personaggi influenti. Uno di questi contatti era quello con il deputato regionale dei Popolari autonomisti, Carmelo Pullara, che avrebbe agganciato per risolvere la situazione lavorativa del figlio Vito. Proprio Carmelo Pullara – come risulta dagli investigatori – risulta iscritto nelle liste della loggia massonica “Arnaldo da Brescia” di Licata. E lì maestro venerabile è proprio Lauria…Carmelo Pullara si era autosospeso dalla commissione Antimafia dopo l’inbdagine di giugno dove il suo nome veniva citato dai mafiosi…”

https://palermo.repubblica.it/cronaca/2019/07/31/news/palermo_telefonate_al_mafioso_per_un_ottenere_un_lavoro_spunta_il_nome_del_deputato_carmelo_pullara-232460107/

Rispondi