Lento, ma inesorabile. C’è un altro caso di Coronavirus nell’Agrigentino. L’esito – positivo – di un tampone rino-faringeo è arrivato, in queste ore, a Raffadali. Riguarda un quarantenne. Si tratta dell’ennesimo tampone positivo per la provincia di Agrigento. Appena ieri si sono registrati contagi a Ravanusa e a Licata dove ad essere contagiata è stata una persona – rendono noto dalla polizia municipale di Licata – “di tenera età” che fa parte dello stesso nucleo familiare dove c’erano già altri due infetti. Famiglia che però, è stato chiarito subito, s’è messa in quarantena precauzionale non appena è rientrata dall’Emilia. “Il tampone rino-faringeo effettuato in una struttura privata accreditata è risultato positivo – ha spiegato il sindaco di Raffadali, Silvio Cuffaro, – . Adesso abbiamo chiesto che venga ripetuto dall’Asp e speriamo che possa risultare negativo. C’è una comunità intera in fibrillazione in queste ore. La persona che ha avuto l’esito positivo è asintomatica e, al momento, è in isolamento domiciliare assieme ai suoi familiari. Ho anche già disposto e si stanno facendo – ha continuato il sindaco Cuffaro – una ventina e passa di test sierologici per quanti sono venuti a stretto contatto con il nostro concittadino. E’ il Comune che si sta facendo carico di questi test sierologici, realizzati esclusivamente in via precauzionale”.

Rispondi