Il comunicato lo diramano gli onorevoli Lagalla, Di Mauro, Cordaro e Compagnone i quali scrivono testualmente: “La creazione di un partito denominato “Onda” da parte dell’on. Carmelo Pullara, comporta la sua decadenza dal gruppo Popolari ed Autonomisti Idea Sicilia di cui Pullara era capogruppo.

I quattro deputati eleggeranno il nuovo capogruppo alla ripresa delle sedute all’Assemblea Regionale Siciliana. L’ONOREVOLE PULLARA, RAGGIUNTO DA UN ORDINE DI ARRESTO, PER LO SCANDALO DELLA SANITÀ SICILIANA (600 MILIONI DI EURO DI APPALTI TRUCCATI E TANGENTI A GO GO), È IL PRINCIPALE SOSTENITORE, CON LA LISTA ‘ONDA’, DEL PRIMO CITTADINO DI AGRIGENTO, CALOGERO FIRETTO, CHE SI RICANDIDA A SINDACO ALLE ELEZIONI DEL 4 E 5 OTTOBRE.
ANCHE IL FIRETTTO È SOTTO INCHIESTA: PER IL DISSESTO FINANZIARIO CAUSATO AL COMUNE DI PORTO EMPEDOCLE E PER ABUSIVISMO EDILIZIO. RISULTA INOLTRE COINVOLTO IN UN’INCHIESTA IN CORSO A CALTANISSETTA PER DEI PRESUNTI ATTI CORRUTTIVI, I CUI PROCEEDIMENTI PENALI SONO STATI PRESUMIBILMENTE INSABBIATI, TRA IL 2017 ED IL 2018. ESSI RIGUARDANO DEI POSTI DI LAVORO GARANTITI A DUE SUOI COGNATI, DA GIRGENTI ACQUE E DALL’ENEL, CHE HA ANCHE PAGATO DELLE PARCELLE ALLA MOGLIE, IN CAMBIO DI FAVORI RESI DAL FIRETTO A QUESTE DUE AZIENDE. QUESTO È QUANTO CONTENUTO NELL’ORDINANZA, A FIRMA DEL GIUDICE NISSENO DAVID SALVUCCI CHE, ENTRO QUESTO MESE, DECIDERÀ SE PROCEDERE PENALMENTE O ARCHIVIARE IL CASO. SUL CAPO DEL PRINCIPALE SOSTENITORE DI FIRETTO, L’ONOREVOLE PULLARA, PENDE DUNQUE UN ORDINE DI CUSTODIA CAUTELARE CHE, FRA UN PAIO DI MESI, POTREBBE ESSERE CONFERMATO DALLA CORTE DI CASSAZIONE. TRA L’ALTRO UNA DELLE PERSONE ARRESTATE PER LO SCANDALO DELLA SANITÀ SICILIANA CHE, COME DETTO, VEDE COINVOLTO ANCHE IL PULLARA, STA VUOTANDO IL SACCO, TIRANDOLO ULTERIORMENTE IN BALLO. E NON SOLO LUI, PER LA VERITÀ. FORSE ANCHE PER TALI MOTIVI, IL PULLARA È STATO ESPULSO DAL SUO GRUPPO POLITICO ALL’ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA. UFFICIALMENTE TALE ALLONTANAMENTO È STATO DECISO PER VIA DEL SUO TRADIMENTO POLITICO. IL PULLARA INFATTI HA MESSO LA LISTA ‘ONDA’ CHE, LO RIBADIAMO, SOSTIENE IL SINDACO USCENTE CALOGERO FIRETTO, COMPIENDO QUESTA SUA SCELTA IN ASSOLUTA SOLITUDINE ED IN CONTRASTO CON LE DECISIONI DEL SUO GRUPPO PARLAMENTARE, DI CUI PERALTRO ERA CAPOGRUPPO.
IL GRUPPO A CUI APPARTENEVA PULLARA AVEVA INFATTI DECISO DI SOSTENERE IL DOTTORE FRANCO MICCICHE’, CONSIDERATO CHE IL FIRETTO NON È MESSO TANTO BENE. È INFATTI PESANTEMENTE INQUISITO ED, IN CASO DI UNA SUA RIELEZIONE, SE CONDANNATO, DECADREBBE IMMEDIATAMENTE DA SINDACO.
QUESTE VICENDE POLITICHE E GIUDIZIARIE STANNO, PERALTRO, METTENDO A DURA PROVA TUTTI QUANTI I CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE CHE SOSTENGO IL SINDACO USCENTE FIRETTO. TEMONO DI ESSERE UTILIZZATI COME DEGLI UTILI IDIOTI E DI ESSERE MANDATI AL MASSACRO. INFATTI, SUL FRONTE DI FIRETTO C’È ARIA DI SMOBILITAZIONE. MOLTI CANDIDATI DELLE SUE LISTE SI STANNO RITIRANDO. DELLA SERIE SI SALVI CHI PUÒ.

Rispondi