Villa Sikania sempre più in ebollizione. Ancora una volta, ed è la seconda protesta nell’arco di 24 ore, i migranti ospiti del centro d’accoglienza di Siculiana stanno manifestando il loro malcontento e il desiderio di essere trasferiti altrove. Attualmente ci sono 4 o 5 migranti sul tetto. Prima ce n’erano ancora di più, ma a quanto pare più persone sono già scese. Ci sono però extracomunitari arrampicati sulle inferriate della recinzione. Tre migranti, in due diversi momenti, sono riusciti ad allontanarsi dalla struttura. Polizia ed Esercito – impiegati per il servizio di vigilanza al centro d’accoglienza – sono però riusciti a rintracciare e bloccare i tre migranti, riportandoli nel centro d’accoglienza. La speranza è, naturalmente, soltanto una: che i disordini possano rientrare rapidamente e si evitino nuovi rischi per gli addetti alla vigilanza e per gli stessi ospiti di Villa Sikania. Anche ieri, più immigranti – sempre manifestando il loro desiderio di andare via – erano saliti sul tetto della struttura. Ancora è nella memoria di tutti la fuga dell’eritreo poi investito e ucciso da un automobilista, da giorni agli arresti domiciliari.

Rispondi