Ci sarebbe una sorta di “doppione” tra i candidati al consiglio comunale di Agrigento. A scoprirlo è stata, suo malgrado, la “vittima” di questa vicenda, la candidata consigliera C.C. ritrovatasi candidata contemporaneamente nella lista Uniti per la Città e “Lega Salvini”.ti
A monte ci sarebbe una scelta fatta dall’aspirante consigliera che, appunto, in un primo momento, voleva candidarsi con il fronte Dimauriano e poi avrebbe firmato con la lista Salviniana. Adesso il “caso” dovrà essere definito dalla commissione elettorale, verosimilmente, e potrebbe avere degli strascichi ulteriori. Questo perché è chiaro che solo in uno dei due casi la firma in coda al modellino di candidatura poteva effettivamente esserci senza innescare incompatibilità di varia natura. Insomma, una vicenda certamente curiosa e frutto, forse, della “fluidità” della politica locale.

Rispondi