I 13 beni confiscati definitivamente alla mafia che erano stati mantenuti al patrimonio dello Stato sono stati consegnati in Prefettura. Nel palazzo del Governo si è tenuta una riunione dove l’Agenzia del demanio – Direzione regionale Sicilia – ha provveduto alla formale consegna. I beni verranno utilizzati per esigenze istituzionali della Prefettura, del comando provinciale dei carabinieri di Agrigento, della Direzione investigativa antimafia di Agrigento e del comando provinciale dei vigili del fuoco di Agrigento. I 13 beni sono tutti in via Venezuela e verranno così utilizzati: 6 appartamenti saranno sede distaccata, con archivi, della Prefettura di Agrigento; uno sarà archivio del comando provinciale dei vigili del fuoco e due, al primo piano, saranno sede di distaccamento sempre dei pompieri; fra il piano terra e il primo piano due appartamenti sono stati destinati al tribunale e alla Procura della Repubblica per archivio e deposito; un appartamento alla Direzione investigativa antimafia di Agrigento e un altro al comando provinciale dei carabinieri.

Rispondi