La piazza del mercato del Capo a Palermo era una base di spaccio con tanto di vedette e pusher che garantivano le dosi di stupefacenti ad ogni ora del giorno e della notte. I carabinieri del comando provinciale di Palermo hanno eseguito stamane 11 ordinanze cautelari, 10 in carcere e una ai domiciliari emesse dal gip del tribunale di Palermo con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti. A capo dell’organizzazione, secondo gli investigatori, Benito Miccichè che sovraintendeva la gestione della piazza e riceveva i proventi della vendita della droga. Le indagini dell’operazione “Cuncuma”, come lo scrittore Giuseppe Pitrè chiamava l’organizzazione criminale, sono state coordinate dal procuratore aggiunto Salvatore De Luca.

Rispondi