Sei condanne nel processo nato dall’inchiesta denominata “Ponos” condotta dai carabinieri del Comando Provinciale di Agrigento nel 2019 che ha fatto luce sul fenomeno del caporalato nell’agrigentino. IlGup del Tribunale di Palermo ha condannato Vera Cicakova, 59 anni, e Veronica Cicakova a 7 anni e 10 mesi per la prima, 7 anni e 4 mesi per la figlia. Tre anni di carcere a Giovanni Gurrisi, 41 anni di Agrigento, due anni e quattro mesi a Emiliano Lombardino, 46enne empedoclino. Tre anni per Neculai Stan, 62enne rumeno. Un anno e quattro mesi a Rosario Burgio, 42 anni di San Cataldo. Nell’inchiesta erano coinvolti anche Rosario Ninfosì, 52 anni di Palma di Montechiaro che ha patteggiato 2 anni di reclusione e Vasile Mihu di 43 anni che ha scelto invece la via del processo con rito ordinario. Il pm della Dda aveva chiesto la condanna di tutti gli imputati con pene dai 12 ai 3 anni di reclusione.

Rispondi