Diego Ulissi ha vinto la seconda tappa del Giro d’Italia con arrivo ad Agrigento. Il corridore della UAE Emirates ha battuto Sagan e Honoré in uno sprint a ranghi ridotti. Settima vittoria nella corsa rosa per il 31enne Ulissi, prima delusione in questo Giro per il fuoriclasse slovacco della Bora-Hansgrohe. Nessun distacco tra i big, Filippo Ganna resta in maglia rosa dopo il trionfo nella cronometro d’apertura.

Tantissime persone ad Alcamo per la seconda tappa del Giro d'Italia

Video Player is loading.

RIATTIVA AUDIO
Spettacolo di pubblico ad Alcamo per la seconda tappa del Giro

LA CORSA

—   

La tappa misura 149 chilometri da Alcamo ad Agrigento, sede di arrivi della corsa rosa in diverse occasioni: nel 1965 con la vittoria di Guido Carlesi, nel 1982 il successo di Moreno Argentin, poi Bjarne Riis nel 1993 e nel 2008 Riccardo Riccò. Nel 1999 il Giro è partito proprio da Agrigento. La città ha ospitato anche il mondiale su strada nel 1994, vinto dal francese Luc Leblanc davanti a Claudio Chiappucci. La seconda frazione del Giro è piena di saliscendi con due gran premi della montagna di quarta categoria, il secondo posto sul traguardo. Nei primi chilometri attacca subito De Gendt, seguito da Bais, Tonelli, Gastauer e Van Empel. Il belga transita per primo sul Gpm di Santa Ninfa e sul traguardo volante. Lo sprint del gruppo se lo aggiudica Gaviria, durante la volata scivolata sull’asfalto per Viviani senza conseguenze. A 18 km dall’arrivo caduta in gruppo, ha la peggio Edet che si rialza a fatica e riprende la bicicletta. Quando mancano 8 km all’arrivo il gruppo torna compatto, nel finale scatti e controscatti con Conti che fa il ritmo per Ulissi. Nell’ultimo chilometro il corridore della UAE è bravo a sorprendere nello sprint a ranghi ridotti Sagan e Honoré, capaci di guadagnare un leggero margine sugli inseguitori. Ottavo Vincenzo Nibali, buon segnale da parte del siciliano della Trek-Segafredo in vista della tappa dell’Etna.

Fonte gazzetta.it

Rispondi