Panero (PdF): “Serve un cambio di passo della classe dirigente ed un maggior rispetto dell’ambiente”

Cuneo, 4 ottobre 2020 – “I funesti fatti accaduti in Piemonte e Liguria a seguito delle esondazioni di fiumi e torrenti sono l’ennesima dimostrazione del fallimento politico della nostra classe dirigente politica ed amministrativa”: queste le parole di Antonio Panero, viceSindaco di Centallo (CN) e dirigente nazionale del Popolo della Famiglia.

“Si accampano scuse chiamando in causa le ormai note mutazioni del clima, ma spesso solo per mettere sotto il tappeto la polvere dell’incapacità nel costruire ed ancora prima nell’autorizzare il consumo di suolo, con un disprezzo per l’ambiente e per le sue regole. Il tutto condito da un groviglio di competenze e responsabilità, nel quale tutti sono responsabili e quindi nessuno lo è, con una burocrazia che tutti vogliono semplificare, ma che nei fatti è ogni giorno di piu complicata”

“In questo quadro a tinte fosche – conclude Panero – l’unico punto di luce rimangono molti Sindaci ed amministratori locali che, anche rischiando, cercano di mettere delle pezze in un marasma normativo e organizzativo. Poiché temiamo che questi fatto si possano ripetere, chiediamo a chi siede nelle stanze del potere la consapevolezza che non c’è più tempo per tergiversare e che è giunto il momento di fare veramente qualcosa nell’interesse dell’ambiente e quindi dei cittadini. Cosa serve? Tanto buon senso e rimettere al primo posto nella gestione della cosa pubblica la diligenza del buon padre di famiglia”.

Rispondi