La Corte d’Appello ha assolto dall’accusa di stalking il trentenne Angelo Azzarello. Quest’ultimo, che sta scontando la condanna a 17 anni di reclusione per l’omicidio della fidanzata Alina Condurache avvenuto nel 2014, era stato riconosciuto colpevole dal gup del Tribunale di Agrigento che lo aveva condannato a un anno e mezzo di reclusione. La vicenda nasce dalla frequentazione di Azzarello con una donna sposata di Naro riuscendo a filmare e fotografare momenti molto imbarazzanti e privati. Quest’ultima, decisa a rimettere in sesto la vita familiare, troncò ogni tipo di rapporto con Azzarello che non condivise tale scelta. E per vendicarsi fece girare sui social e su Whatsapp le foto compromettenti della donna.

Rispondi