Non sono tardati ad arrivare gli sviluppi investigativi in seguito alla furibonda rissa scoppiata nella serata di ieri in una stazione di servizio di Gela culminata con il tentato omicidio di un 42enne di Licata – Michele Cavaleri. Sono undici gli arresti effettuati dai carabinieri di Gela: si tratta di tutti gli altri partecipanti alla rissa, compresa proprio la vittima dell’agguato. In manette sono finiti sei gelesi e cinque licatesi.
La vicenda sarebbe nata dal ferimento della sorella di Paolo Quinto Di Giacomo, 34 anni di Gela. Quest’ultimo, avvertito dalla parente, avrebbe estratto una pistola davanti i carabinieri, nel frattempo intervenuti sul posto, sparando all’indirizzo di Cavaleri e centrandolo all’addome e alle gambe.

Rispondi