Spacciava droga a due passi dalla statua di Camilleri, in piena via Atenea, a due passi dalla via Pirandello. Protagonista della vicenda un favarese, arrestato dai carabinieri di Agrigento per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Nelle tasche, i militari dell’Arma gli hanno trovato 5 grammi di hashish, oltre alla dose di cocaina che stava per cedere ad un coetaneo di Agrigento. Sempre in tasca, aveva anche 500 euro: soldi ritenuti provento dell’illecita attività di spaccio. E’ avvenuto tutto nella serata di sabato, mentre – di fatto – erano in corso i controlli, disposti dalla Prefettura, per accertare il rispetto delle prescrizioni anti-Covid nei luoghi della movida. E’ stata, in maniera fulminea, acchiappata la dose di cocaina che il diciottenne di Favara stava per lasciar cadere nelle mani del giovane agrigentino. Quest’ultimo è stato identificato e segnalato alla Prefettura quale consumatore abituale di stupefacenti. E’ scattata poi la perquisizione e dalle tasche del favarese, che è stato posto ai domiciliari, sono saltati fuori – stando all’accusa – altri 5 grammi di hashish e contanti per un totale di 500 euro. Tutto è stato posto sotto sequestro.

Rispondi