E’ ormai un classico che però lascia sempre l’amaro in bocca. In periodo di molitura delle olive, qualche oleificio si è già liberato delle proprie acque di vegetazione che inevitabilmente sono arrivate nel fiume Naro e anche nel mare di Cannatello. A denunciarlo, documentandolo con fotografie e video, è stata l’associazione MareAmico. “Si tratta di qualche oleificio disonesto – ha commentato Claudio Lombardo, responsabile di MareAmico – . Ricordiamo che queste acque sono 200 volte più inquinanti delle fogne!”.

Rispondi