Si è concluso con quattro condanne e tre assoluzioni il processo a carico di sette persone accusate di aver clonato e utilizzato carte di credito per effettuare acquisti in vari negozi dell’isola. Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento Alessandro Quattrocchi, ha condannato a 6 anni e 7 mesi Elio Magrì, 62 anni di Castrofilippo, ritenuto la mente del sistema; a 3 anni, 2 mesi e 15 giorni l’avvocato Fabio Caruselli, 66 anni di Palma di Montechiaro, Alexandra Elizabeth Aquino, 42 anni della Repubblica Dominicana, e Valerio Guerra Ariel de Jesus di 34 anni. Assolti invece Tommaso Savasta, 37 anni, di Catania; Onofrio Bonomo, 65 anni; Gianluca Attardo, 33 anni, di Agrigento. I sette erano stati indagati per utilizzo indebito di carte di credito clonate, ricettazione, detenzione e spaccio di droga. Il pm, Alfonsa Fiore, durante la sua requisitoria, aveva chiesto la condanna di tutti con pene che andavano dai 2 ai 6 anni.

Rispondi