Svolta nelle indagini su un efferato episodio di violenza dei giorni scorsi. Un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per tre rumeni Petru Ciprian Ursu, 40 anni, Mihaela Gabriela Buluc, 44 anni, e Ioan Mindirigiu, 42 anni, tutti residenti a Ravanusa accusati di lesioni personali aggravate per aver aggredito e ferito gravemente un connazionale lo scorso 15 ottobre ed altro.
A firmare il provvedimento cautelare è stato il Gip del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, dopo una brillante investigazione dei carabinieri della Compagnia di Licata agli ordini del capitano Francesco Lucarelli e dei militari della stazione di Ravanusa. Ursu, in particolare, era stato fermato dai carabinieri poco dopo l’aggressione ed il provvedimento convalidato dal Gip. Successivamente è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora.
Adesso, la svolta sulla vicenda che grazie anche alle testimonianze della vittima e di alcune persone giunte sul luogo dell’aggressione, hanno consentito di individuare in tempi brevi i presunti colpevoli. Il Gip ha disposto la misura cautelare in carcere vista la pericolosità degli indagati mentre i carabinieri stanno cercando di individuare il movente che al momento sembra sconosciuto o inesistente.

Rispondi