Il presidente della Regione Nello Musumeci ha firmato il decreto di scioglimento del Consiglio Comunale di Sciacca (Agrigento). E’ la sanzione prevista dalla legge a seguito della recente bocciatura da parte dell’organismo consiliare del conto consuntivo che era stato presentato dall’amministrazione guidata dal sindaco Francesca Valenti. Prima del decreto di scioglimento il consiglio era gia’ stato sospeso con atto dell’assessore regionale alle Autonomie locali. Ad assumere i poteri sostitutivi del consiglio comunale di Sciacca, fino alla scadenza naturale del mandato, prevista nel 2022, sara’ un commissario straordinario. Otto dei 24 consiglieri “sciolti” hanno annunciato la presentazione di un ricorso al Tar contro il decreto del governatore.

Rispondi