Una minorenne di Canicattì, avrebbe subìto abusi sessuali da parte del padre. Dopo alcune indagini, i carabinieri della Compagnia di Canicattì hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, a carico di un bracciante agricolo, cinquantenne, canicattinese.

A chiedere il provvedimento cautelare il pubblico Ministero Gloria Andreoli. Dopo le formalità di rito l’uomo è stato rinchiuso nella Casa circondariale di contrada “Petrusa”. Tutto è scaturito quando la ragazzina decide di confidare ad un’amichetta le presunte violenze da parte del genitore. Da lì a poco è scattata la segnalazione all’Autorità giudiziaria.

Rispondi