Ben 38 milioni di euro a sostegno del diritto allo studio universitario sono disponibili tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021. Si tratta del Fis, il Fondo Integrativo Statale 2020 per la concessione delle borse di studio agli studenti universitari che, per la Sicilia, ammonta a 27 milioni di euro. A questi si aggiungono, ai fini di un sostegno ulteriore al diritto allo studio degli studenti siciliani, gli stanziamenti previsti dalla legge di stabilità regionale: 6 milioni utili ad ampliare ulteriormente il numero dei beneficiari e 5 milioni come contributo straordinario “una tantum” per le spese di affitto degli alloggi sostenute dagli studenti. In proposito interviene l’assessore regionale all’istruzione e alla Formazione professionale, Roberto Lagalla, che commenta: “Sono convinto che l’accresciuta disponibilità di risorse, e quindi l’impegno economico della Regione Siciliana, unito al significativo finanziamento dello Stato, ci daranno la possibilità di sostenere con maggiore efficacia il diritto allo studio degli universitari siciliani, contrastando gli effetti economici della pandemia da Covid-19 e riuscendo a garantire, attraverso gli ERSU, un maggior numero di borse di studio, a fronte di una domanda divenuta inevitabilmente più elevata. Inoltre, il contributo straordinario per le spese di alloggio vuole rappresentare un aiuto concreto allo sforzo che molti studenti e le loro famiglie continuano ad affrontare”.

Rispondi