La giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Agrigento, Luisa Turco, ha ratificato la proposta di patteggiamento della condanna a due anni di reclusione a carico di un medico di Canicattì, di 74 anni, colpevole di violenza sessuale e violenza privata. L’uomo, chiudendo la stanza del proprio studio medico, avrebbe abusato della sua segretaria, peraltro ancora non 18enne, baciandola e toccandole glutei, seno e cosce. La pena è stata sospesa, ed è stato disposto un risarcimento di 4mila euro.

Rispondi