La decisione del sindaco di Agrigento, Franco Micciché, di chiudere tutte le scuole di ogni ordine e grado fino al 30 gennaio, dopo la decisione del presidente della Regione di far dichiarare l’isola zona rossa, ha causato non pochi disagi alle famiglie e, molte di queste hanno avviato una petizione per chiedere al primo cittadino di riaprire le scuole.

La mobilitazione con relativa raccolta di firme avverrà davanti ai supermercati.

Gli organizzatori chiedono l’immediata revoca in autotutela delle scuole perché, a loro parere,  non ci sarebbero i presupposti di legge.

A San Leone la raccolta firme si svolgerà al supermercato del villaggio Peruzzo. Nella vetrina dello Store Lattuca in via Atenea verrà appeso un foglio e passando chi vorrà potrà firmare dalle 10 alle 12.30. Altro punto “Ohana giardino di infanzia” , in viale dei Giardini, dalle 9 alle 17. Tutto questo mentre in Sicilia c’è un’altra petizione con già più di 13.000 firme raccolte per dire di no alla riapertura delle scuole di ogni ordine e grado . Lanciata su Change.Org da Alessandra Mangano e diretta al presidente della Regione, Nello Musumeci e all’assessore all’Istruzione Roberto Lagalla, l’iniziativa raccoglie consensi di minuto in minuto e si basa sulla considerazione che non sarebbe prudente riaprire le scuole prima che sia conclusa la campagna vaccinale anti-Coronavirus a favore del personale scolastico.

Rispondi