Il Comune di Agrigento sta istituendo, per la prima volta in città, la Colonia Felina. “Si tratta – ci ha spiegato l’assessore Roberta Lala – del riconoscimento del ruolo dei gatti nel nostro ecosistema faunistico. Il legislatore nel 1991 ha definito e identificato le colonie feline come gruppo di gatti (minimo due), che vivono in libertà e frequentano abitualmente lo stesso luogo, sancendone la natura di patrimonio indisponibile dello Stato. La competenza è stata demandata alla Pubblica Amministrazione che è responsabile della sua gestione e protezione. Gli animali non possono essere rimossi da dove si trovano o spostati. La cattura dei gatti delle colonie feline che vivono in stato di libertà, infatti, è consentita solo per la sterilizzazione e per motivi sanitari. Noi quindi chiederemo a quelle persone che si occupano di queste colonie feline di prendere gli animali e portarli al nostro centro veterinario convenzionato. Li procederemo gratuitamente a registrarli all’anagrafe felina, sterilizzarli e microchipparli. La persona che se ne occupa verrà indicata come responsabile della colonia felina e se li riporterà per restituirli all’ambiente in cui solitamente vivono”.

Rispondi