Trenta birrifici artigianali di Puglia, Calabria, Basilicata e Sicilia, in quest’ultima regione anche la Pitanbeer di Favara hanno inviato al Governo una lettera che denuncia la grave crisi in cui versa l’intero settore, non solo al Sud, ma in tutta Italia. Tra le richieste principali dei promotori della protesta ci sono quella di avere un proprio codice Ateco che “identifichi e caratterizzi tale realtà produttiva italiana” e dei “ristori e agevolazioni specificatamente dedicati ai birrifici artigianali”.
I birrifici artigianali chiedono che chiunque sia sensibile ad un pezzo di realtà produttiva del Paese, prenda a cuore una piccola ma significativa istanza da parte del movimento brassicolo sollevando i microbirrifici artigianali dall’obbligo di installazione del contalitri in modo da poter riprendere la produzione.

Rispondi