La Guardia di Finanza del comando provinciale di Catania ha denunciato 78 persone che avrebbero percepito, senza averne titolo, il reddito di cittadinanza, per un danno alle casse dello Stato di 1 milione e 200mila euro. Tra i 78 vi sono un giocatore amante delle scommesse online illegali che ha vinto oltre mezzo milione di euro, il destinatario di un’eredità da 400 mila euro, il proprietario di quattro appartamenti, un magazzino e di un’autorimessa, e poi pregiudicati per reati mafiosi e lavoratori ‘in nero’. E tra i lavatori ‘in nero’ vi sono anche persone che si sono licenziate per potere percepire illecitamente il sussidio. Le truffe sono state scoperte da accertamenti avviati dalla Guardia di Finanza di Catania in stretta collaborazione con l’Inps. Ai 78 ‘furbetti’ del reddito di cittadinanza, indagati anche per falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico, è stata sospesa l’erogazione del beneficio. Seguirà l’iter per il recupero delle somme illecitamente percepite. La loro posizione è al vaglio della Procura di Catania.

Rispondi