L’Agenzia italiana del farmaco Aifa ha deciso, in via precauzionale, di emettere un divieto di utilizzo del lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca, dopo, tra l’altro, la morte di un militare in Sicilia per arresto cardiaco ‘in concomitanza temporale’ con la somministrazione del vaccino. Dosi di questo lotto sono state distribuite in tutta Italia. Sono circa 500mila le dosi contenute in ogni lotto del vaccino di AstraZeneca.

Mario Draghi ha avuto un colloquio telefonico con Ursula von der Leyen.

Dalla conversazione – riferiscono fonti di Palazzo Chigi – è emerso che non c’è alcuna evidenza di un nesso tra i casi di trombosi registrati in Europa e la somministrazione del vaccino Astrazeneca. Nella telefonata con Draghi la presidente von der Leyen “ha comunicato che l’Ema ha avviato una ulteriore review accelerata” sui vaccini di Astrazeneca.

E la stessa Agenzia Aifa frena sulle ipotesi: “No comment. La comunicazione è nelle mani del Ministro. E’ tutto in evoluzione, bisogna ancora accertare il nesso di causalità”, ha dichiarato Giorgio Palù, presidente dell’Aifa.

La Danimarca ha sospeso per precauzione l’uso del vaccino AstraZeneca. La sospensione temporanea è legata a “segnalazioni di gravi casi di coaguli nel sangue tra le persone vaccinate”, una delle quali è morta. Lo hanno riferito le autorità sanitarie nazionali. Chiarendo che “non è stato determinato, al momento, che ci sia un legame tra il vaccino e i coaguli di sangue”. La premier Mette Frederiksen ha comunque spiegato che bisogna “fare ulteriori ricerche su questo punto”. La sospensione dell’uso di AstraZeneca è programmata per due settimane. Il 22 marzo si farà una nuova valutazione.

Poco dopo la Danimarca, anche Norvegia e Islanda hanno sospeso per precauzione e fino a nuovo avviso l’uso del vaccino AstraZeneca  nonostante le rassicurazioni dell’Agenzia europea del farmaco, Ema, e del produttore. La Francia invece fa sapere che non sospenderà AstraZeneca: “Ho investito della questione l’Agenzia nazionale per la sicurezza del farmaco. Secondo loro, non c’è motivo di sospendere la vaccinazione con AstraZeneca”, ha detto il ministro della Salute francese, Olivier Véran.

 

ANSA

Rispondi