Ad Agrigento l’ex collegio dei Padri Filippini, in via Atenea, accoglierà il Museo della Città di Agrigento e ne racconterà la storia, dalla fondazione fino ai nostri giorni. Le opere sono finanziate con un milione di euro di fondi PO Fesr2014/2020. Punto di forza del progetto sarà l’innovazione tecnologica, attraverso l’utilizzo di strumentazione digitale immersiva e interattiva. L’iniziativa è frutto di una convenzione stipulata tra il Comune di Agrigento e l’Ufficio speciale progettazione della Presidenza della Regione Siciliana. L’assessore regionale ai Beni Culturali, Alberto Samonà, commenta: “Il progetto di valorizzazione museale dell’ex Collegio dei Padri Filippini si inserisce all’interno di uno scenario più ampio di valorizzazione e messa a rete del patrimonio regionale e sperimenta modalità di collaborazione attiva tra enti. La fase di progettazione esecutiva, di cui si è fatto carico l’Ufficio speciale di progettazione, esprime in maniera tangibile la volontà espressa dal Governo Musumeci di utilizzare tutte le risorse disponibili per promuovere il territorio”.

Rispondi