In base al report del Centro Uil Servizio, Lavoro, Coesione e Territorio, ad Agrigento i cittadini pagano la tari, la tassa sui rifiuti, che risulta la quarta più cara d’Italia. Secondo l’analisi delle bollette pagate in media da una famiglia con 4 componenti, in possesso di un’abitazione di 80 metri quadri e un reddito Isee di 25 mila euro, ad Agrigento si è pagato nel 2020 469 euro. Peggio di Agrigento solo Trapani, Crotone e Benevento. Basti pensare che a Brescia si pagano solo 189 euro. Ogni commento è superfluo. Peraltro ad Agrigento non è effettuato il servizio di scerbatura. La città è assediata dalle sterpaglie. Ad esempio il vicolo Picone e la scala che congiunge la via Picone alla via Giovanni 23esimo non sono più attraversabili dai pedoni.

Rispondi