I Carabinieri del Comando provinciale di Palermo hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari a carico dei fratelli Giuseppe e Benedetto Amato, di 41 e 46 anni, proprietari del noto ristorante Carlo Quinto, nel centro della città, già indagati nell’ambito dell’inchiesta che a Pasqua ha condotto in carcere il presunto boss del “mandamento” di Pagliarelli, Giuseppe Calvaruso, appena tornato dal Brasile per trascorrere le feste con la famiglia, e alcuni suoi fiancheggiatori. Le indagini, coordinate dalla Procura distrettuale antimafia di Palermo, hanno determinato il sequestro del ristorante, di beni e conti correnti. I due arrestati, ritenuti prestanome di Calvaruso, sono indagati di trasferimento fraudolento di valori aggravato dal metodo e dalle modalità mafiose.

Rispondi