Ad Agrigento, al palazzo di Giustizia, la Procura ha proposto al Tribunale la condanna a 2 anni e 4 mesi di reclusione per stalking, danneggiamento e calunnia a carico di Onofria Zambito, 69 anni, di Montallegro. L’inchiesta ruota intorno a presunti contrasti tra la Zambito e un’altra donna, sua vicina di casa, risalenti al settembre del 2016. La vittima dei presunti atti persecutori, tra insulti, minacce di morte e pedinamenti, è costituita parte civile tramite l’avvocato Fabio Inglima Modica. Più nel dettaglio, il 22 settembre Onofria Zambito si sarebbe presentata al comando della polizia municipale con un mattone in mano con cui avrebbe danneggiato tre porte per protestare contro l’asserita mancanza di sua tutela dall’altra donna.

Rispondi