Maxi operazione oggi, cosiddetta “Caput Silente”, nella provincia di Enna. Oltre 200 agenti della Polizia di Stato hanno eseguito 30 provvedimenti di custodia cautelare in carcere emessi su richiesta della Procura Distrettuale Antimafia di Caltanissetta. Si contestano i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso aggravata dall’uso delle armi, estorsioni, danneggiamenti, e traffico di stupefacenti. Il clan, sotto l’egida della famiglia mafiosa di Enna, avrebbe imposto il pizzo, e avrebbe controllato in regime di monopolio il mercato della droga, soprattutto nella zona nord della provincia. Nel corso dell’attività investigativa sarebbe stato scongiurato anche un omicidio e sono state sequestrate ingenti quantità di sostanze stupefacenti e armi da fuoco.

Rispondi