Accogliendo le istanze del difensore, l’avvocato Ninni Giardina, la Corte d’Appello ha revocato la misura di prevenzione della sorveglianza speciale per tre anni, disposta il 25 luglio del 2020, a favore di Francesco Di Stefano, 44 anni, di Porto Empedocle, ritenendo insussistente il requisito della pericolosità sociale. Di Stefano è stato inquisito e poi assolto, a conclusione del giudizio abbreviato, nell’ambito dell’inchiesta cosiddetta “Kerkent”, per ipotesi di reato legate al traffico e allo spaccio di droga.

Rispondi