Il Presidente della Commissione consiliare Turismo, Cultura e Spettacolo di Agrigento, Carmelo Cantone, insieme ai colleghi Simone Gramaglia, Giovanni Civiltà e all’Assessore Antonino Costanza Scinta, esprimono solidarietà agli operatori dello spettacolo, della cultura e del turismo di Agrigento, riuniti in una pacifica manifestazione di protesta il primo maggio innanzi al Tempio di Ercole, intitolata “Chi fermerà la musica”. Cantone, presente al flash mob, afferma: “Esprimiamo tutta la nostra vicinanza a questo comparto giustamente indignato, perché duramente colpito da decisioni prese dal Governo nazionale. Si tratta di decisioni che penalizzano ulteriormente i loro settori, già gravemente in crisi a causa della pandemia. Come si può accettare una chiusura dei locali o degli spettacoli alle ore 22 in estate? Così restiamo automaticamente tagliati fuori da qualsiasi programma turistico della gente comune, che ovviamente sta già prenotando in altre destinazioni, come la Grecia per esempio. Con i nostri deputati, gli onorevoli Riccardo Gallo e Margherita La Rocca Ruvolo, ci adopereremo da subito per sensibilizzare il Governo nazionale sulla gravissima condizione in cui versano le filiere dello spettacolo e del turismo”.

Rispondi