Una donna di 42 anni, incensurata, è stata denunciata dai carabinieri della Stazione di Siracusa, per avere violato la quarantena domiciliare obbligatoria, dopo essere risultata positiva al Coronavirus. Secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma, la donna ha violato più volte il provvedimento sanitario per svolgere come se nulla fosse le proprie ordinarie occupazioni. Si è recata a trovare la madre, a fare una visita medica e ha addirittura preso alloggio in una struttura ricettiva (una casa-vacanze).

Nessuna remora nella condotta della donna, che ha fornito false dichiarazioni ogni volta che doveva compilare le autocertificazioni previste, come le schede dei pazienti, quando si è sottoposta a visita medica, e quella per alloggiare come ospite di strutture alberghiere, nelle quali ha dichiarato generalità false sperando di eludere i controlli sapendo di essere presente nell’elenco dei soggetti positivi al Covid 19.

I carabinieri, verificando le varie autocertificazioni prodotte, hanno rilevato alcune incongruenze tra le date di nascita che aveva inserito in diverse dichiarazioni, scoprendo infine che la stessa era paziente affetta da Covid. Per le persone entrate in contatto con la donna è stato disposto l’isolamento.

Rispondi