A Canicattì, i poliziotti del locale commissariato, capitanati da Francesco Sammartino, e della Squadra Mobile di Agrigento, al comando di Giovanni Minardi, in collaborazione con personale della Squadra Cinofila della Guardia di Finanza, hanno arrestato gli extracomunitari Z.W, di 32 anni, e B.F.B, di 33 anni, sorpresi in possesso, nel corso di una perquisizione domiciliare, di circa 100 grammi di sostanza stupefacente di vario tipo, tra marijuana, cocaina, eroina e hashish. La droga, divisa in 70 dosi pronte per essere spacciate, è stata sequestrata insieme a mille euro in contanti e due bilancini di precisione. I due extracomunitari hanno tentato di sottrarsi alla perquisizione, barricandosi nel sottotetto della loro abitazione, e nascondendo la droga in una intercapedine dello stesso locale, ma sono stati bloccati dai poliziotti. Z.W è stato inoltre segnalato per il reato di clandestinità, non risultando il suo ingresso nel territorio nazionale, mentre B.F.B è stato segnalato per non avere ottemperato al Decreto di espulsione emesso nell’anno 2020 dal Prefetto di Agrigento. L’arresto è stato convalidato ed è stato imposto l’obbligo di dimora.

Rispondi