La Polizia, su disposizione della Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo, ha confiscato beni per un milione di euro a Francesco Antonino Fumuso, 54 anni, ritenuto affiliato alla famiglia mafiosa di Villabate, paese alle porte di Palermo. Con lo stesso provvedimento il Tribunale ha applicato a Fumuso la misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno per quattro anni. I sigilli sono scattati a una villa con piscina e tre appezzamenti di terreno, tutti nel Comune di Misilmeri. Poi quattro veicoli e rapporti finanziari. Dal 1993 Fumuso ha riportato varie condanne per reati quali associazione per delinquere, ricettazione, favoreggiamento personale e per traffico di droga. Nel 2018 l’imprenditore è stato inquisito nell’ambito dell’inchiesta antimafia “Cupola 2.0”, per associazione mafiosa nella famiglia di Villabate.

Rispondi