È ufficialmente scattata la corsa al “green pass”, reso obbligatorio dal Governo Draghi, a partire dal 6 agostoLa certificazione verde sarà obbligatoria per sedersi al ristorante e nei bar al chiuso, dove non sarà invece necessario per il servizio al bancone. Servirà inoltre per spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi; musei, luoghi della cultura e mostre; piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, solo a chiuso; centri culturali, centri sociali e ricreativi al chiuso; sagre e fiere, convegni e congressi; centri termali, parchi tematici e di divertimento; attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò, concorsi pubblici. Sono esclusi dal Green pass i centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione.

Il green pass è valido con una dose di vaccino, un tampone negativo eseguito nelle 48 ore precedenti o per chi è guarito da 6 mesi dal Covid. Obiettivo: fronteggiare la variante Delta e provare a frenare la risalita dei contagi ed evitare la quarta ondata.

Rispondi