A Palermo all’ospedale pediatrico “Di Cristina” è morta la bambina di 11 anni ricoverata da diversi giorni nel reparto di terapia intensiva covid dopo avere contratto la variante Delta. La piccola è stata affetta da una patologia preesistente, una malattia metabolica rara. Migliorano invece le condizioni di salute del neonato di due mesi, anche lui positivo al covid, ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Cervello.

Nel frattempo sono 436 i nuovi casi di covid in Sicilia, a fronte di 11.375 tamponi processati. L’incidenza è al 3,8%. La regione è quarta per i nuovi contagi giornalieri in Italia dietro Veneto, Lombardia e Lazio. Gli attuali positivi sono 8.508, con un aumento di 141 casi rispetto al precedente report. I guariti sono 289. Le vittime sono 6, per un totale dei decessi a 6.030. I ricoverati ordinari sono 262, 20 in più, e quelli in terapia intensiva sono 30, 2 in più. Ecco la distribuzione dei nuovi casi tra le province: Agrigento 120 casi, Catania con 76, Messina 63, Caltanissetta 56 Trapani 55, Palermo 39, Siracusa 14, Enna 11, e Ragusa 2.

E all’ospedale “Fratelli Parlapiano” di Ribera, in provincia di Agrigento, su 50 posti disponibili, 38 sono occupati da pazienti affetti da covid. Più nel dettaglio si tratta di 20 ricoverati in degenza ordinaria, poi 12 tra terapia sub-intensiva e intensiva, e altri 6 sono nell’astanteria del pronto soccorso, in attesa di essere trasferiti. All’ospedale di Ribera sono appena morti due pazienti: uno di Favara, l’altro di Gela. Altri 3 decessi sono avvenuti tra domenica e lunedì. Il direttore sanitario, Salvatore Cascio, ha precisato che i ricoverati non sono vaccinati, ad eccezione di qualche soggetto che, tuttavia, ha ricevuto solo la prima dose.

Rispondi