Il sindaco di Agrigento, Franco Miccichè, replica a quanto pubblicato nei giorni scorsi in riferimento alle polemiche sollevate da alcune associazioni turistiche locali nel merito della spesa della tassa di soggiorno. Miccichè afferma: “La tassa di soggiorno sarà spesa secondo le finalità vincolate. In particolare, così come concordato con la Consulta del turismo, i 265mila euro a disposizione saranno spesi così:
80.000 euro per manutenzioni urbane.

40.000 euro per registrare ad Agrigento una puntata di “Makari”.

20.000 euro per campagne promozionali sui social.

100.000 euro per spettacoli estivi, e poi destagionalizzati fino al 31 dicembre.

25.000 euro per la partecipazione alle fiere internazionali del settore promozionale – turistico.

Rispondi