I poliziotti del Commissariato di Polizia di Licata, nel corso di un pattugliamento, si sono accorti della presenza di un escavatore sulla spiaggia di contrada “Montegrande”, intento a scavare sul fondale in mare e a depositare il materiale di risulta sull’arenile. Le indagini congiunte tra gli agenti del Commissariato e i militari della Guardia costiera di Licata, hanno determinato il sequestro dell’area interessata dagli scavi, e dell’escavatore. E poi sono state inflitte multe per la mancanza di autorizzazione a lavori di dragaggio a carico di alcuni soggetti che sono stati anche denunciati per aver modificato l’originaria conformazione dei luoghi e alterato l’equilibrio dell’ecosistema, della flora e della fauna marina.

Rispondi