A Palermo un Bed and Breakfast, a due passi dal teatro Massimo, è stato trasformato in una casa di appuntamenti, alcova di diverse prostitute e trans italiani e stranieri. La Polizia lo ha sequestrato. Gli investigatori hanno accertato come la struttura ricettiva fosse divenuta meta privilegiata per le professioniste dell’intrattenimento sessuale, che hanno potuto contare per il loro business sulla posizione strategica dell’albergo, in quanto facilmente raggiungibile dai clienti, e sulla riservatezza del proprietario, che avrebbe tollerato la loro attività come occasione per vincere la concorrenza di altri alberghi cittadini ed assicurarsi lauti guadagni. Il costo per ogni stanza oscillava da 50 a 80 euro al giorno, che le lucciole hanno corrisposto cash senza l’emissione di alcuna ricevuta fiscale.

Rispondi