I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Gravina di Catania hanno arrestato ai domiciliari in flagranza di reato un uomo di 33 anni di Aci Castello, ritenuto responsabile di atti persecutori e porto abusivo di oggetti atti a offendere. Pochi giorni dopo la tragica morte della giovane Vanessa Zappalà ad Aci Trezza, i Carabinieri sono riusciti a bloccare lo stalker che, armato di coltello, si è appostato dinanzi il posto di lavoro della ex convivente. La donna, 36 anni, lo scorso 8 agosto ha deciso d’interrompere la relazione sentimentale a causa del carattere irascibile dell’uomo e delle sue violenze psicofisiche. Da quel giorno lei è stata continuamente perseguitata tramite messaggi e telefonate. Lei ha denunciato tutto ai Carabinieri che, come da protocollo condiviso con la Procura di Catania, le hanno fornito un numero di cellulare a cui potere telefonare giorno e notte per qualsiasi esigenza legata alla particolare situazione. Adesso il numero l’ha usato per chiedere aiuto quando, ieri sera, si è accorta che fuori dal posto di lavoro era parcheggiata un’automobile con a bordo il suo ex. Il coltello di lui è stato sequestrato.

Rispondi