Nell’ambito dell’operazione cosiddetta “Rail safe day”, ovvero “Giorno sicuro in treno”, la Polizia ferroviaria siciliana, impegnata con 85 agenti, ha controllato 528 persone. Sono state 11 le sanzioni elevate e 70 i siti ferroviari ispezionati, tra cui 57 stazioni. I controlli sono stati estesi lungo linea e ai passaggi a livello dove talvolta accadono incidenti, anche molto gravi, per il mancato rispetto dei segnali acustici e luminosi. In occasione dell’inizio dell’anno scolastico, e nelle stazioni in prossimità di scuole, è stato monitorato l’eventuale attraversamento dei binari o dei passaggi a livello chiusi, il mancato uso dei sottopassaggi e il superamento della linea gialla in attesa dei treni e, in generale, la mancata osservanza delle prescrizioni vigenti nelle aree ferroviarie. Durante l’operazione, gli agenti del Posto Polfer di Agrigento hanno rintracciato, e riaffidato alla comunità da cui si erano allontanati, 3 minori stranieri, di nazionalità tunisina e libica, colti in procinto di entrare in un treno diretto a Palermo.

Rispondi