“Liberi dai veleni”. Nel giorno in cui ricorre l’anniversario dell’omicidio del giudice Rosario Livatino, Legambiente Sicilia ed il circolo Legambiente Rabat di Agrigento hanno compiuto un blitz oggi all’enorme discarica abusiva colma di eternit-amianto, sui terreni confiscati dal giudice in contrada Gibbesi a Naro. Daniele Gucciardo, presidente del Circolo Rabat, commenta: “E’ una vicenda non solo scandalosa ma vergognosa. Quel sito è una vera e propria bomba ecologica, da anni vengono accumulati rifiuti speciali e pericolosi senza che nessuno abbia alzato un dito. Vicenda ancora più grave perché dimostra l’assoluto menefreghismo nei confronti del lavoro del giudice e dell’importanza sociale dei beni confiscati alla mafia. Siamo al fianco della cooperativa Rosario Livatino e contro il Comune di Naro che non è mai intervenuto. Nel territorio di Agrigento la presenza di eternit è un fatto acclarato, ci sono tante ditte che si sono specializzate per lo smaltimento dell’amianto ma sulle quali nutriamo molti dubbi. Ci sarebbe da indagare perché c’è un evidente problema nella filiera dello smaltimento che in parte è in nero”.

Rispondi